Una giornatina a Sasso: Bionda e Castigamatti (02/06/10)

Questa volta è il turno della Lisa, Bolognese DOC, ad ospitarci per un bel giro decisamente freeride a Sasso Marconi.
Il giro è un classicissimo, infatti la discesa del Bionda e del Casamento sono le più battute in zona e tra l’altro tra le più tecniche e toste.
Purtroppo la mia adorata Reign è ko e quindi ho ripiegato sulla Stambek, sicuramente più leggera e performante in salita, ma un pò sottodimensionata per le discese che ci aspetteranno.
Alla partenza troviamo Cristian, un ragazzo che ho visto spesso a Sestola, che si aggrega a noi.
Guidati sapientemente dalla Lisa affrontiamo la lunga salita che ci porterà a Poggio Calvane, da dove parte la prima discesa chiamata “Bionda”. Il caldo, specialmente al sole, è piuttosto intenso e vedere Cristian arrancare con la pettorina indosso non allevia certamente la sensazione di calura. Una volta entrati nel bosco ci acclimatiamo e tra una chiacchiera e l’altra saliamo velocemente di quota.

La discesa parte subito bella incazzata con molti passaggi rocciosi che mettono a dura prova la mia povera Stambek, segue poi un bel tratto molto pendente su ghiaia e sassi per poi terminare in una sessione piena di gradoni al limite del cappottamento.

Sinceramente mi ricordavo una discesa decisamente meno tecnica, ma si vede che con l’età, o forse l’alcool, i miei ricordi non sono sempre attendibili.
Arrivati al Mulino Oggioletta purtroppo si rialza la sella e si riparte con la salita che ci porterà alla partenza della seconda discesa chiamata “Castigamatti”.
Dopo qualche saltino di riscaldamento ci apprestiamo a scendere…

Diametralmente opposta alla Bionda, Castigamatti è una discesa molto scorrevole con pendenze decisamente elevate e un pezzo finale divertentissimo con numerose curvette in sequenza da fare tutte in derapata.

Ma ecco che la tragedia temuta maggiormente dal povero Kevin lo raggiunge proprio sul più bello… vai Kevin che ti faccio una foto da pro! DRIFTA COME NON CI FOSSE UN DOMANI!!!!

ed infatti per il carro della IBIS il domani non c’è stato… immediatamente dopo la derapata eseguita magistralmente dal Kevin il carro cede seguito da smadonnamenti legittimi del padrone.
Dopo qualche calcio di assestamento, eroicamente Kevin riesce ad arrivare un fondo della discesa in sella… un mito!


Peccato solo per la disavventura di Kevin, per il resto giornatona strepitosa terminata come ormai di rito con una sosta al Bar.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: