Bocca Fobia!

Di questi tempi trovare un po’ di sole è un lusso, così quando ho visto che per la zona del Garda non erano previste piogge ho pensato di approfittarne per fare questo giro di cui sentivo parlare da tempo.

Partenza all’alba con Gianlu e la sua Felt molleggiata. Alle 8.30 stiamo già scaricando le bici dalla macchina e poco prima delle 9 siamo in sella, sulla vecchia strada militare che sale decisa verso Bocca Cocca. Man mano che si sale di quota il panorama diventa sempre più bello: verso sud-est si comincia ad intravedere il lago e la maestosità del Baldo è sempre pronta a stupirci ad ogni tornante.

Una volta arrivati in quota il sentiero si aggrappa alla montagna in un lungo saliscendi a tratti veramente molto esposto. Nervi saldi e sui passaggi più stretti sembra quasi di volare… Iniziano le gallerie, alcune agevoli, altre talmente basse che difficilmente si riescono a percorrere, anche a piedi.

Il crinale lascia poi spazio ad una veloce e divertente discesa che rapidamente ci porta nei pressi di Bocca Nansesa, ancora pochi metri di discesa e poi ricomincia la salita che con pochi tornanti conduce a Bocca di Fobia. Veloce sosta per la foto di rito e poi via, lungo un bellissimo sentiero freeride che tra radici, sassi e strettissimi tornanti ci offre uno splendido panorama. La sosta foratura è un’occasione per riposare le braccia, messe a dura prova dal fondo piuttosto impegnativo.

In pochi minuti arriviamo sulla strada asfaltata che collega Vesio a Passo Nota, ci dirigiamo decisi verso il passo e, soprattutto, verso l’ormai necessaria pausa pranzo!

Lungo la strada e al rifugio troviamo tanti altri bikers che si sono trovati in questo stesso splendido posto.

L’ottimo formaggio fuso offerto dalla cucina del Rifugio degli Alpini e la birra che lo accompagna si depositano come piombo nei miei muscoli… La salita al Tremalzo inizialmente pianificata decidiamo di tenerla per un’altra volta e ci dirigiamo verso la Corna Vecchia per una veloce e semplice discesa verso Vesio. Nulla di tecnico ma comunque una bella strada forestale che offre panorami sempre magici e ci da l’opportunità di evitare l’asfalto per il rientro alla macchina.

Un giro che ci ha offerto bellissime soddisfazioni, ad iniziare dal bel sole primaverile che ci ha accompagnato per tutta la giornata.

La traccia del giro è disponibile qui, mentre un assaggio di quello che abbiamo vissuto lo potete vedere nel video (andate sul sito Vimeo per la versione in HD):

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: